Agrumi a km zero

I giardini canneresi con le loro piante di agrumi ma anche camelie, ulivi piante mediterranee rappresentano certamente un inestimabile tesoro di biodiversità

In particolare gli agrumi sono un inestimabile valore: non tutti sanno che Cannero Riviera, sull’Alto Lago Maggiore, è stata identificata come la località più a nord d’Europa in cui gli agrumi crescono in piena terra, e che condivide il primato mondiale con una località della California anch’essa sul 46° parallelo. Ma come preservare e tutelare a questo patrimonio botanico? 

La creazione del Parco degli agrumi e l’interessante disciplinare di produzione fortemente voluto dalla amministrazione comunale alcuni anni orsono ha certamente segnato un valido punto fermo per questa importante necessità di salvaguardia. Un aiuto viene anche da una piccola azienda locale, un vivaio che produce piante di agrumi canneresi a km zero. Il titolare, Fabio Carmine, agrotecnico e cannerese doc ha scelto di dedicarsi alla riproduzione dov queste piante consapevole naturalmente che si tratta di una attività agricola più ancora che pionieristica. 

In terreni agricoli recuperati ha creato un piccolo vivaio in cui produce esclusivamente piante di agrumi canneresi al 100% , sia i semi dei porta innesto, arancio amaro o ponciro, sia le marze sono esclusivamente di piante a dimora nel comune di Cannero Riviera da almeno 30 anni: primo tra tutti il canarone, agrume autoctono, e ancora limoni, aranci, cedri, fortunelle, pompelmi, Clementini e mandarini. 

Agrumi a km zero
Agrumi a km zero
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy