Il Sentiero del Ricordo

Passeggiata ad anello dalla chiesa parrocchiale di Trarego alla cascata del rio Piumesc e ritorno

Lasciata alle spalle la chiesa parrocchiale di San Martino a Trarego, percorriamo Via Passo Piazza che, attraverso i suoi scorci caratteristici, ci conduce all’uscita del paese, in località Sasèe. Qui, imboccata la sterrata di sinistra, ci si ritrova catapultati nella favola dei Tre Capretti: un allegro gruppo di simpatiche caprette che pascola in libertà ci saluta prima di attraversare il ponte sul Rio Piumesc.

Scendendo per la mulattiera, ad un tratto lo sguardo viene inevitabilmente catturato dall’azzurro del lago e dai tetti di Cannero, incastonati nel verde della valle. Mano a mano che si prosegue, il panorama scompare, inghiottito dal fogliame, e ci si immerge nell’ombra e nel fresco del bosco. Dopo una deviazione dal sentiero per visitare il recinto monumentale che commemora l’eccidio della “Volante Cucciolo”, ritorniamo sulla mulattiera e scendiamo in località Promè, dove le cascine in pietra si intravedono appena, celate da un’esplosione di fiori cerulei dei cespugli di ortensie.

Riprendendo il cammino su una sterrata, giungiamo, anticipati dallo scrosciare dell’acqua, a una cascata dalla sorprendente altezza, che ci rinfresca con la brezza prodotta dal suo zampillio. Propio quello che ci vuole prima di percorrere l’ultimo tratto del sentiero, che sale fino a sbucare nel verde dei campi, per ricondurci in paese, da dove possiamo ammirare, questa volta dal basso, il nostro punto di partenza: la chiesa parrocchiale di San Martino.